Guadagnare con un blog: 13 segreti per la formattazione di un articolo

Il modo in cui si presenta il testo di un articolo è un elemento essenziale per farti leggere e di conseguenza far avere successo al tuo blog. Un identico contenuto può funzionare o non funzionare in dipendenza della formattazione.Michelangelo Di Stefano Consulente Marketing

La formattazione è quell’insieme di elementi “estetici”, ma anche funzionali, come carattere, punteggiatura, struttura dei paragrafi, che rendono leggibile e piacevole un post.

Non dimenticarti mai che il navigatore al 95% vuole divertirsi: internet è per la maggior parte delle persone un alternativa a televisione, cinema e così via.

Uno scrittore vende molti libri quando le persone pensano che questi siano fatti bene e la misura è solamente quanta gente lo legge.

Se acquisti un romanzo e lo divori tutto d’un fiato perché ben costruito, ne parlerai bene, come farà probabilmente anche la critica e comprerai probabilmente altri volumi dello stesso autore.

Per rendere redditizio un blog è ovvia la necessità di far sì che i lettori

  • si fermino
  • lo leggano con interesse 
  • ne parlino bene

La critica in questo caso è rappresentata dai motori di ricerca, i quali registrano il gradimento dei navigatori, misurandolo con visite, link eccetera.   😯

Nessuna sostanziale differenza con la vita reale, i parametri sono equivalenti e solo apparentemente diversi.

Un blog tenuto dal Presidente degli Stati Uniti d’America sarebbe seguito sicuramente da moltissime persone e salterebbe rapidamente nelle prime pagine delle ricerche, ma lo stesso risultato può essere ottenuto con bravura e costanza da un perfetto sconosciuto, sconosciuto almeno fino a che il suo blog non raggiunge i piani alti dei motori.  😎Michelangelo Di Stefano Consulente Marketing

 

 

           I contenuti sono molto importanti, ma la tecnica di scrittura lo è altrettanto, esattamente come in un’opera di narrativa. Una storia deve essere coinvolgente, ma anche “tenuta” con maestria dall’autore.

La prima questione è proprio che non stai scrivendo un racconto o un romanzo. Il punto, in un post di blog è catturare l’attenzione del navigatore, distratto da mille elementi e che probabilmente tenderà a fermarsi sul tuo articolo per pochissimo tempo.

La formattazione del testo è basilare, perché rende l’articolo “leggibile” anche in pochi secondi. Devi creare una struttura che il navigatore scorrerà velocemente per comprendere se la cosa lo interessa o no. A quel punto, magari, deciderà di approfondire il testo leggendolo con maggiore attenzione.

Questo è il tuo scopo, non te lo dimenticare.

Ecco i 13 segreti di una perfetta formattazione:

  1. Frasi brevi – Spezza le frasi ed evita lunghi periodi. Quando sei in dubbio tra virgola e punto, scegli il punto. Le frasi brevi si capiscono meglio. Naturalmente non esagerare, alterna frasi di lunghezza diversa, renderai così il testo più piacevole.
  2. Usa le virgole – Abbonda, cambiano il tempo del discorso e delle frasi. Non le mettere quindi a sproposito.
  3. Stacca i paragrafi – Rendi il testo arioso, affatica meno la vista e ti farai leggere di più e meglio.
  4. Utilizza elenchi, puntati e numerati – Il navigatore probabilmente, incappando nella tua pagina, scorrerà rapidamente il testo per capire se lo interessa. Gli elenchi sono un grande aiuto in questa operazione.
  5. Scrivi i numeri in cifre – Attirano l’attenzione. Una buona cosa è inserire delle statistiche, che fanno partecipare ancora di più il lettore e lo aiutano ad esprimere rapidamente giudizi. “Nel 2009 i navigatori del sito X.it sono stati 10.000, mentre nel 2010 sono stati 40.000.” Una frase così aiuta a valutare il successo del sito X.it e magnetizza gli occhi del navigatore.
  6. Evidenzia con grassetto, corsivo e colori, meno con la sottolineatura – questo perché quest’ultima è riservata di solito ai link ad altre pagine web e potrebbe dare confusione. Grassetto e corsivo, invece, creano una trama nell’articolo che il lettore può scorrere velocemente.
  7. Metti immagini – Nel Web 2011 (ormai 2012) non usare elementi multimediali significa condannarsi all’anonimato. Le immagini debbono incuriosire, attirare l’attenzione e animare il testo. Attenzione a quelle coperte da copyright!
  8. Piazza gli emoticon, le faccine – Trasmettono con immediatezza e facilità emozioni al lettore, inserendo del linguaggio non verbale in un testo scritto. Avvicini così i tuoi articoli ad una vera chiacchierata, dove la comunicazione non verbale è assolutamente predominante.
  9. Alterna la lunghezza dei tuoi articoli – Qualche testo lungo è importante, i motori di ricerca lo indicizzano, ma i visitatori hanno bisogno anche di comunicazione rapida ed incisiva, per evitare la noia.
  10. Scegli caratteri ben leggibili – Tahoma, Verdana, Arial, per evidenziare qualche punto particolare andranno bene caratteri particolari, ma attenzione! Se il PC del tuo ospite non li possiede, il browser li sostituirà automaticamente, creando magari effetti sgradevoli.
  11. Allinea a sinistra – Non usare il cosiddetto giustificato, davvero orribile a vedersi, esteticamente sgradevole e apportatore di noia.
  12. Centellina le maiuscole – Mettile dove realmente servono ed evita frasi scritte completamente in maiuscolo, sul Web equivale ad urlare.
  13. Usa i link – Sono utili soprattutto per far indicizzare i tuoi articoli. È buona norma inserire sempre nel corpo e alla fine di un post collegamenti ad altri tuoi articoli. Oltre a far indicizzare il tuo blog dai motori, farai in modo che il navigatore legga un altro articolo.

Gli elementi, come vedi, sono molti. Per imparare a scrivere bene sul Web, fai molto esercizio e vai a leggere blog famosi e unanimemente considerati ben scritti.

Pensa sempre al navigatore, il tuo lettore. Leggi in un altro articolo di come sia importante il suo punto di vista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *